The Personal Character of Dante as Revealed in His Writings

Sprednja platnica
Ginn, 1892 - 44 strani
 

Mnenja - Napišite recenzijo

Na običajnih mestih nismo našli nobenih recenzij.

Druge izdaje - Prikaži vse

Pogosti izrazi in povedi

Priljubljeni odlomki

Stran 37 - Tu se' lo mio maestro e il mio autore: Tu se' solo colui, da cui io tolsi Lo bello stile, che m
Stran 33 - Sì tosto come in su la soglia fui Di mia seconda etade, e mutai vita, Questi si tolse a me, e diessi altrui. Quando di carne a spirto era salita, E bellezza e virtù cresciuta m'era, Fu...
Stran 18 - Certain people of importance" (Such he gave his daily dreadful line to) "Entered and would seize, forsooth, the poet." Says the poet — "Then I stopped my painting.
Stran 36 - Or se' tu quel Virgilio, e quella fonte, che spande di parlar si largo fiume?, risposi lui con vergognosa fronte. O degli altri poeti onore e lume, vagliami il lungo studio e il grande amore, che m' ha fatto cercar lo tuo volume. Tu se...
Stran 30 - Oh beati que' pochi che seggono a quella mensa ove il pane degli angeli si mangia ! e miseri quelli che colle pecore hanno comune cibo...
Stran 20 - L' anima mia, che con la sua persona Venendo qui, è affannata tanto. Amor che nella mente mi ragiona, Cominciò egli allor sì dolcemente, Che la dolcezza ancor dentro mi suona. Lo mio Maestro, ed io, e quella gente Ch' eran con lui, parevan sì contenti, Come a nessun toccasse altro la mente.
Stran 40 - ... she speaks thy name, The ice about thy heart melts as the snow On mountain heights, and in swift overflow Comes gushing from thy lips in sobs of shame. Thou...
Stran 29 - Quidni ? nonne solis astrorumque specula ubique conspiciam ? Nonne dulcissimas veritates potero speculari ubique sub ccelo, ni prius inglorium, immo ignominiosum, populo Florentinaeque civitati me reddam ?—Quippe nee panis deficiet.
Stran 33 - Piacer, quanto le belle membra in ch' io Rinchiusa fui, e sono in terra sparte : E se il sommo piacer sì ti fallio Per la mia morte, qual cosa mortale Dovea poi trarre te nel suo disio? Ben ti dovevi, per lo primo strale Delle cose fallaci, levar suso Diretro a me che non era più tale.
Stran 20 - Le usci di bocca, e con si dolci note, Che fece me a me uscir di mente. E Г altre poi dolcemente e devote Seguitar lei per tutto Г inno intero, Avendo gli occhi alle superne rote.

Bibliografski podatki